Consigli del mese

Home / I consigli dell’esperto / Consigli del mese

I consigli del mese di Novembre

I lavori del mese

Mese meno impegnativo di ottobre, ma non troppo. Durante le belle giornate si possono effettuare le pulizie necessarie, le sarchiature e le concimazioni a lenta cessione, preferibilmente con concime organico. Si deve poi verificare che le piante più sensibili alle rigide temperature non stiano soffrendo; se lo si ritiene opportuno si possono predisporre spostamenti in ambiente riparato oppure si possono effettuare coperture con l’apposito agritessuto. È importante in questo periodo effettuare tutti quei lavori di preparazione all’inverno. L’impianto d’irrigazione dev’essere chiuso e tutte le tubazioni svuotate, le piante specialmente quelle sempreverdi e quelle con legno delicato vanno legate per evitare che con la neve si spezzino i rami, tutte le piante erbacee stagionali vanno legate e le aiuole vangate. Durante queste settimane il giardino deve essere preparato per superare al meglio i mesi più freddi dell’anno. La maggior parte delle piante sta terminando le fioriture estive, le caducifoglie hanno assunto i colori infuocati, tipici dell’autunno e molte foglie stanno già cadendo.

Semine e messe a dimora

Semine in piena terra: cime di rapa, fave, piselli, carote e cicorie (in luoghi riparati). Piantagioni e trapianti: aglio, asparagi (zampe), bulbilli di cipolla, carciofi, cipolle precoci. Semine in piena terra: elicriso, fiordaliso, godezia, papavero, pisello odoroso, speronella, camelia. Piantagioni e trapianti: bulbi a fioritura primaverile, piante perenni (di cui potete anche dividere i cespi). Ricordatevi che le bulbose dovranno essere a dimora prima delle gelate notturne, in modo che il terreno le ripari dal freddo. Novembre è anche il mese ideale per porre a dimora piante a foglia caduca, sia alberi ad alto fusto, sia arbusti di varia misura, come ad esempio le rose.

Manutenzione

Potete approfittare delle giornate soleggiate per ripulire le aiuole dalle erbacce, sarchiando leggermente il terreno; dove possibile aggiungete del concime a lenta cessione, ideale sarebbe il concime organico. Gli arbusti più freddolosi, alcune perenni ed alcune bulbose, devono essere riparate per superare al meglio i rigori invernali: a seconda delle esigenze potete spostarle in serra fredda, oppure ricoprirle con dell’agritessuto o con materiale pacciamante, quale foglie secche o paglia.

Per maggiori informazioni:

Scarica la brochure completa